11203141_842294512516403_6007877401447705308_n
ORSARA DI PUGLIA (Fg) – Camera in spalla, un taccuino e la voglia di raccontare questa terra e di preservarne le memorie. È questo lo spirito con il quale in queste settimane un gruppo di giovani intraprendenti e appassionati sta girando di borgo in borgo i comuni dei Monti Dauni per raccogliere racconti e pezzi di memoria e farne un docu-film. L’idea si chiama “Racconti di Memoria” ed è parte dell’operazione “C’era una volta – SAC Apulia Fluminum”, un progetto che ha l’obiettivo di inventare nuovi strumenti di fruizione dei beni culturali materiali e immateriali di questo territorio. E così, nel ambito del progetto circa venti ragazzi imparano l’arte cinematografica e si avvicinano al loro patrimonio culturale, ne raccolgono le storie e provano a contagiare i loro conterranei con il fascino di quei racconti.

Nell’ambito del laboratorio “Racconti di Memoria”, i giovani coordinatori Giuseppe Luciano Pirro e Giuseppe Totaro hanno organizzato alcune proiezioni cinematografiche e alcuni dibattiti con registi di fama nazionale o giovani registi che si stanno affermando. Il primo incontro è in programma ad Orsara di Puglia, giovedì 28 maggio alle 20.30 nella Sala San Francesco. Per l’occasione sarà proiettato il film-documentario “Leviteaccanto” prodotto da “Seminal Film” per la regia di Luciano Toriello. Un film che racconta le storie di quattro persone che si intrecciano nelle campagne di Borgo Mezzanone: storie di migranti, richiedenti asilo, invisibili abitanti di container sulla vecchia pista dell’aeronautica. L’incontro, durante il quale interverranno il regista e la co-autrice del film Annalisa Mentana, è gratuito e aperto a tutti. Successivamente, il 4 Giugno a Bovino sarà la volta del regista Alessandro Piva e del suo docu-film “Contro-Natura”.

Ma la settimana di appuntamenti dell’operazione “C’era una volta” non finisce qui. Venerdì 29 maggio, alle 20.30, si terrà a Troia la sesta tappa di “In (S)cena: Teatro in Tavola” il programma di appuntamenti enogastronomico-teatrali nel corso dei quali i commensali hanno il privilegio di assaggiare pietanze storiche preparate secondo antichi ricettari medievali e di partecipare ad un singolare laboratorio-spettacolo teatrale. La tappa troiana, in programma nell’osteria “Fra due Terre”, offrirà un menù che ha come portata centrale una “spalla di montone allo spiedo con salsa verde”, preceduta e seguita da altre ricette medievali tratte dai ricettari del XIII-XV secolo. E nel corso della serata, grazie al teatro, prenderanno vita due straordinarie tele custodite nel Palazzo Vescovile e nella chiesta di San Giovanni di Dio: il “Crocifisso e San Pietro d’Alcàntara” di Francesco Solimena e il “San Carlo Borromeo” del Battistello o di Carlo Sellitto. Ancora una volta una settimana piena di appuntamenti da non perdere per conoscere questo straordinario scrigno di tesoro: i Monti Dauni.

A.c.t! Monti Dauni
Per info: 347/2668932
turismo.montidauni@gmail.com

happy wheels 2 demo