Il made in Italy? Quello vero è in grado di lasciare a bocca aperta. Il food made in Puglia, poi, è capace di fare innamorare chi ne assapora il gusto ammirando natura e cultura dei luoghi. La Camera di Commercio di Foggia, nei giorni scorsi, ha ospitato buyer da Messico, Canada e Stati Uniti. A conquistarli è l’agroalimentare 100% italiano di Monti Dauni, Tavoliere e Gargano. Nella nuovissima sede della CCIA Foggia, i B2B con i compratori stranieri sono andati a gonfie vele: olio, pomodoro, conserve, vino, birra artigianale, pasta e tutto il paniere delle eccellenze di Capitanata si sono fatti apprezzare non solo per la bontà, ma anche per come vengono presentati, con un’attenzione crescente riservata al packaging. L’iniziativa è stata organizzata da Assocamerestero. La campagna di promozione e commercializzazione del cibo 100% Made in Italy è sostenuta dal Ministero dello Sviluppo Econonico in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole nell’ambito della strategia di sostegno al settore agroalimentare varata da Parlamento e Governo. Al B2B dedicato al settore agroalimentare hanno partecipato 48 aziende della Capitanata, per la gran parte produttrici di materie prime e trasformati certificati, che hanno avuto l’opportunità di entrare in relazione con 16 buyers provenienti da Montréal, Toronto, Vancouver, Chicago, Houston, Los Angeles, Miami, New York e Città del Messico. Gli operatori esteri sono stati selezionati dalle Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE), parte attiva del progetto coordinato da Assocamerestero e orientato alla promozione strategica del cibo 100% Made in Italy, parte integrante della strategia di sostegno al settore agroalimentare varata da Parlamento e Governo (Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali).