VICO DEL GARGANO – Col finanziamento regionale da 920mila euro, ottenuto per la realizzazione della Biblioteca di Comunità, sale a 16.770.000 euro l’ammontare complessivo dei fondi ottenuti negli ultimi cinque anni dall’Amministrazione comunale di Vico del Gargano. “E’ stato un lavoro imponente”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Non si tratta soltanto di numeri, ma di opere che stanno migliorando la qualità dei servizi ai cittadini, e non finisce qui, perché è in dirittura d’arrivo l’iter per ottenere altri finanziamenti grazie ai progetti che abbiamo presentato”.

21 OPERE, COMINCIANDO DALLE SCUOLE. Gli interventi per la Scuola Fiorentino sono stati già ultimati, mentre sono in fase di completamento quelli inerenti alla Scuola Media Manicone dove, grazie a un finanziamento pari a 950mila euro, la struttura è stata oggetto di interventi su pavimentazione, rivestimenti, relamping, fotovoltaico e potenziamento al massimo livello della tenuta antisismica. Anche i lavori che hanno interessato la palestra della scuola media sono quasi ultimati, con la realizzazione di nuovi spogliatoi, il miglioramento dell’area di gioco, i riscaldamenti e il relamping. Altri 180mila euro hanno permesso la realizzazione di tre impianti fotovoltaici sugli edifici delle due scuole e della palestra. Per il parco giochi di Vico, un finanziamento di 100mila euro ha permesso la sostituzione dei vecchi giochi e la realizzazione di una recinzione. Un finanziamento pari a 80mila euro, Gal Gargano VicoBus, ha permesso di acquistare un pullmino per il trasporto dei bambini dotato di dispositivo per i diversamente abili.

STRADE RURALI AL SERVIZIO DEGLI AGRICOLTORI. Per il rifacimento di molte strade rurali, già completato, sono stati utilizzati fondi PSR pari a 1.250.000 euro. Si tratta della rete viaria utilizzata dalle aziende agricole, infrastrutture fondamentali per sostenere l’economia del comparto primario. Per il rifacimento della viabilità interna al paese e di collegamento con San Menaio e Calenella sono state utilizzate risorse pari a 1.500.000 euro. La ristrutturazione del Mercato Ittico, anch’essa portata a termine, ha impegnato una somma di 70mila euro. Un finanziamento di 460mila euro, provenienti da fondi per la protezione civile, è stato utilizzato per la sistemazione dei tratturi comunali.

IL LUNGOMARE DI SAN MENAIO. Per la riqualificazione del lungomare di San Menaio, opera già completata, è stato utilizzato un finanziamento pari a 780mila euro utile alla realizzazione di marciapiedi, illuminazione a led, con nuovi elementi per l’arredo urbano. Anche i lavori di rinnovamento del Parco giochi di San Menaio, per un impegno di 70mila euro, sono stati completati con l’ampliamento della struttura e la realizzazione di un’area ginnica.

LA CURA E LO SPORT. L’Intervento per la realizzazione della Comunità terapeutica per minori di Calenella è stato ultimato, ha permesso di recuperare la struttura per farla diventare una comunità per minori ed è attualmente gestista da una cooperativa. La stessa cura è stata dimostrata per i campi da tennis, con gli interventi in fase di ultimazione che consegneranno ai cittadini di Vico un’infrastruttura con nuovi spogliatoi, illuminazione a led, recinzione e servizi per l’anfiteatro.

LE ALTRE OPERE. Per la messa in sicurezza del torrente Calenella, che sarà avviata in estate, sono stati ottenuti 5 milioni di euro. Ben 1.350.000 euro saranno impiegati per mettere in sicurezza le grotte sottostanti il centro abitato in prossimità della Chiesa di Santa Maria Pura. Importante anche il capitolo che riguarda la raccolta delle acque bianche, con interventi nei rioni Terra, Civita e Casale per un ammontare complessivo pari a 600mila euro. Per il rifacimento dei marciapiedi e del manto stradale in via Resistenza e via Risorgimento è stato ottenuto un finanziamento di 660mila euro. La scorsa settimana, il sindaco ha sottoscritto il disciplinare per i lavori da 600mila euro che trasformeranno l’ex macello on sede della protezione civile del COC e COM. Per il prosieguo degli scavi nella necropoli di Montepucci, a Calenella, sono stati ottenuti 800mila euro. “Le parole sono importanti”, ha dichiarato il primo cittadino, “ma ancora più importante è mantenere gli impegni concretamente, ed è esattamente quello che sta facendo l’Amministrazione comunale”, ha concluso Michele Sementino.

LA TORRE DEI PREPOSTI E LA ELISUPERFICIE. A San Menaio, entro marzo, partirà un intervento da 250mila euro che prevede la ristrutturazione esterna dell’intera Torre dei preposti e la sistemazione del piano terra dove sarà ospitata la guardia medica estiva. Stessa tempistica anche per l’intervento da 300mila euro che prevede, per la elisuperficie, la ristrutturazione della pista esistente, la recinzione della stessa, la realizzazione di illuminazione notturna che permetterà un utilizzo h24 della struttura. Il rimboschimento dei boschi di proprietà comunale godrà di un finanziamento di 500mila euro.

RACCOLTA DEI RIFIUTI E DIFFERENZIATA. E’ stato già ultimato, l’intervento per il centro comunale di raccolta rifiuti nella zona artigianale, cui sono stati destinati 270mila euro, mentre per le attrezzature utili al potenziamento della raccolta differenziata – intervento già realizzato – è stato utilizzato un finanziamento pari a 150mila euro.

happy wheels 2 demo