VIESTE – Stand, dibattiti, musica, sport e diritti: a Vieste, mercoledì 11 luglio 2018, arriva “Carosello”, la rassegna itinerante di eventi tra socialità, cultura, salute e intrattenimento dedicata a nonni e nipoti, pensionati e famiglie. Nello scenario meraviglioso offerto da Marina Piccola, dalle ore 17 alle 23, con la conduzione serale di Antonio Stornaiolo, si svolgerà una grande festa per portare in strada i temi della salute, dei diritti, del sostegno ai nuclei familiari sempre più in difficoltà. Tra gli stand, ve ne saranno alcuni dedicati specificamente ai pensionati che potranno controllare la propria pensione, il diritto ad arretrati e aumenti mensili. L’evento, che mercoledì 11 luglio farà tappa unica a Vieste, è organizzato in tutta la regione da SPI CGIL con una importante platea di collaborazioni: Federconsumatori, Sunia, Cgil Caaf Puglia, Inca, Auser, Libera contro le mafie e CittadinanzAttiva.

IL PROGRAMMA. Subito dopo l’apertura degli stand, prevista per le ore 17, l’Auser di Vico del Gargano darà il via al Laboratorio musicale di canti popolari garganici. Musica, stand e intrattenimento precederanno il dibattito che si terrà alle ore 20 su “Promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo e della buona salute”. Interverranno Giuseppe Nobiletti, sindaco di Vieste; Raffaele Piemontese, assessore al Bilancio della Regione Puglia; Maria Teresa Sammartino, biologa nutrizionista; Matteo Valentino, segretario regionale di CittadinanzAttiva; Maurizio Carmeno, segretario generale Cgil Foggia; Gianni Forte, segretario generale SPI Cgil Puglia; Ivan Pedretti, segretario generale SPI Cgil Nazionale. Dalle 21, spettacolo di musica e danze con il gruppo folk “Pizzeche & Muzzeche” di Vieste.

VIESTE, MOTORE DEL GARGANO. In aprile, la CGIL ha riaperto la propria sede a Vieste. Recentemente, la città garganica è stata al centro di un’iniziativa dello SPI Cgil sulle pensioni. L’impegno del sindacato su Vieste, in questi mesi, è stato potenziato al massimo, poiché Vieste è uno dei principali motori sociali, culturali ed economici del Gargano. Il dibattito in programma alle ore 20 servirà a presentare la proposta di legge regionale di iniziativa popolare su “Invecchiamento attivo e Buona Salute”. Con la raccolta firme avviata, entro novembre sarà portato in Consiglio regionale uno strumento normativo in favore degli anziani e delle famiglie pugliesi. “All’articolo 1, la legge che proponiamo sancisce che la Regione Puglia riconosce e valorizza il ruolo delle persone anziane”, ha spiegato Maurizio Carmeno, segretario generale Cgil Foggia. “Riconoscere e valorizzare il ruolo degli anziani”, ha continuato Carmeno, “significa attivare programmi e azioni concreti per restituire dignità al ruolo svolto oggi dalle donne e dagli uomini ultra 65enni”. “Oggi”, ha aggiunto Franco Persiano, segretario generale SPI Cgil Foggia, il meccanismo interno di solidarietà e sostegno morale ed economico poggia in gran parte sulle spalle dei nostri anziani. La gestione dei bambini, l’affiancamento alle mamme e ai papà che lavorano e le cure a tanti over 65 anni sono il lavoro quotidiano di moltissimi anziani, soprattutto donne che assistono i loro compagni di vita e accudiscono i nipoti”, ha ricordato Persiano.

happy wheels 2 demo