VICO DEL GARGANO (Fg) – Il servizio mensa scolastica di Vico del Gargano sarà presto riattivato. E’ una notizia che tante famiglie vichesi attendevano. Ora è tutto ufficiale, messo nero su bianco in una specifica delibera approvata dall’Amministrazione comunale. Dal 15 ottobre 2018 al 31 maggio 2019, oltre 300 alunni delle scuole materne ed elementari vichesi potranno fruire della mensa scolastica. E’ quanto deliberato dal Comune di Vico del Gargano. Il servizio è stato esteso temporalmente, poiché sarà attivo per un arco di tempo più lungo rispetto a quanto avvenuto nel recente passato. In questo modo, si viene incontro alle istanze e alle esigenze più volte espresse dalle famiglie vichesi.

I maggiori costi dovuti all’estensione e potenziamento del servizio mensa saranno in parte sostenuti da risorse aggiuntive stanziate dall’amministrazione comunale e, per la parte restante, da una maggiorazione pari a 50 centesimi a pasto. La maggiorazione riguarderà soltanto le famiglie che, per reddito, già fruiscono della parziale esenzione sul costo pieno del servizio, corrispondendo una cifra più che sostenibile. Per chi già pagava per intero, naturalmente, non ci sarà alcun aumento. “La mensa scolastica è un servizio importante, di cui possono fruire tanti alunni, con un beneficio di rilievo per moltissime famiglie di Vico del Gargano”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Negli anni scorsi, mamme e papà ci hanno espresso più volte la necessità di iniziare prima l’erogazione del servizio e, più in generale, la necessità che la mensa fosse attiva per un periodo più ampio dell’anno scolastico”, ha aggiunto il primo cittadino. “Con la deliberazione approvata, diamo una prima risposta a quelle istanze”. La mensa scolastica ha anche una funzione sociale, educativa e di aggregazione. Nella preparazione dei pasti e nella rotazione settimanale dei menù proposti agli alunni, sono privilegiati gli elementi della dieta mediterranea, il consumo della frutta e della verdura, i cibi che contribuiscono ad una corretta ed equilibrata alimentazione. L’aumento del costo unitario del pasto-mensa garantisce equilibrio nell’erogazione dei diversi servizi, attinenti naturalmente non solo all’ambito scolastico e del diritto allo studio, poiché non saranno sottratte risorse agli altri settori d’intervento attraverso i quali l’Amministrazione comunale provvede a sostenere le fasce svantaggiate. Nelle politiche educative, in quelle socio-sanitarie e assistenziali, per ciò che attiene ai più diversi ambiti di intervento e sostegno, il Comune di Vico del Gargano sta utilizzando ogni risorsa disponibile, e altre l’Amministrazione comunale continua a cercarle attraverso la partecipazione a bandi europei, statali e regionali, proprio per limitare il peso economico-finanziario sulle casse comunali e, di conseguenza, sui cittadini.

happy wheels 2 demo