LUCERA – C’erano migliaia di persone, ieri sera, a Lucera. Tutte con gli occhi pieni di meraviglia, rivolti verso la Cattedrale, il Palazzo Vescovile, Palazzo Cavalli, la Chiesa di San Domenico e quella di San Francesco, la splendida Biblioteca Pinacoteca nell’ex Convento di San Salvatore. Le luci e i disegni proiettati sulle facciate hanno fatto sì che si guardasse a quei monumenti con occhi diversi. Che li si guardasse davvero quei monumenti. Quando saranno “spogliati” di quelle luci, chi si è accorto per la prima volta della loro imponenza e bellezza potrà riscoprirli una volta di più. La verità è che, per essere apprezzati, non avrebbero bisogno di effetti speciali, ma l’operazione del Lucera Light Festival ha allargato la platea degli “esclamanti”, la democrazia dello stupore ammirato.

“Ma quant’è bella Lucera…”. Come se fosse una novità. No, non è una novità che la Città d’Arte cara a Federico II sia bellissima. La novità è che si cominci a utilizzare quel patrimonio di arte, storia e magnifiche architetture come un reale attrattore, facendolo conoscere e apprezzare da tutti. E’ la prima volta, anzi, la seconda. Già lo scorso anno, grazie a questa moda delle “case di Babbo Natale”, l’Amministrazione comunale, con l’aiuto di volontari, associazioni e privati era riuscito a far conoscere lo straordinario Museo Fiorelli a circa 8mila persone, in gran parte paganti. Quest’anno l’operazione è ancora più grande, perché la Casa di Babbo Natale, quella più grande, è stata allestita in una Biblioteca Pinacoteca che è un gioiello ed è collocata nella Villa Comunale, un altro luogo di assoluta bellezza. E non è tutto. Proprio lì accanto, domenica 9 dicembre saranno mostrati al pubblico, per la prima volta dopo 1700 anni, i mosaici paleocristiani degli scavi di San Giusto (ore 18, nella struttura accanto alla Biblioteca).

Lucera si è svegliata. Più di 10 anni fa, fu proprio l’attuale sindaco, Antonio Tutolo, allora “oppositore solitario”, a mettere in scena in Piazza Duomo ‘la Bella Addormentata’. Il primo cittadino, in quel modo, denunciava l’immobilismo di amministratori che – a suo parere – avevano fatto cadere la Città d’Arte nell’oblio e nel torpore assoluti. Stamattina, Lucera, s’è svegliata Regina

Francesco Quitadamo

IL PROGRAMMA DI BABBO NATALE A LUCERA, CLICCA QUI

foto e video di Lucera con le illuminazioni artistiche, clicca qui

happy wheels 2 demo