Il Natale made in Foggia è in costruzione, ma quanto ci costa? Fioccano delibere sostanziose mentre si innalza il gigantesco albero. La società ARTLUX srl (uno dei suoi mezzi è all’opera nel video) di Paternopoli (AV) si è aggiudicata un appaltino niente male da 96.380 euro, somma comprensiva dell’I.V.A. e degli oneri relativi alla sicurezza per il servizio di noleggio, installazione, allestimento e smontaggio delle luminarie artistiche. La gara indetta con determina nr. 1395 del 16/11/2018 era relativa all’installazione dell’impianto di luminarie per le principali vie della città (nel capitolato sono indicati i seguenti siti: Piazza XX Settembre – Via Arpi – Corso Giannone – Corso Cairoli – Corso Garibaldi – Via Duomo e piazza Cattedrale – Via Oberdan – Via IV Novembre – Via Lanza – Viale XXIV Maggio – Via Dante – Corso Vittorio Emanuele da via Oberdan a Via Arpi – Via Altamura – Via Vittime Civili; – Via Santa Maria della Neve) più l’illuminazione degli alberi presenti su Piazza e Piazza Giordano. Finora, era stata l’Amministrazione comunale a farsi carico dell’installazione ma nell’atto è specificato che “dovendosi effettuare tale installazione con urgenza, per garantire l’accensione delle luminarie nel periodo dall’8 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, è necessario affidarsi ad una ditta specializzata nel settore delle luminarie artistiche, che garantisca i migliori risultati in termini di velocità di montaggio e bellezza delle installazioni luminose”.

Precedentemente, con determina n.1415 del 19/11/2018, era stata impegnata la somma di 42.700 euro per la fornitura e posa in opera di addobbi natalizi da collocare nel centro cittadino, tramite affidamento diretto. La scelta era ricaduta proprio sulla ditta Artlux, contattata direttamente dal Servizio Cultura. È prevista la fornitura di un albero a cono con luce calda 20 metri, che con la stella arriva a 22 metri, e tre installazioni raffiguranti un pacco regalo, una renna e una carrozza.

La Fiera di Natale, in via Lanza e Piazza Giordano, che secondo delibera di Giunta doveva partire già il primo dicembre per concludersi il 6 gennaio e che comprende anche l’installazione della pista di ghiaccio davanti alla Villa Comunale, comporta un impegno di spesa di 40mila euro. Saranno 32 le casette allestite e il Comune ha previsto l’esenzione dal pagamento della COSAP (il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche) e l’erogazione della necessaria energia elettrica ad opera del Servizio Lavori Pubblici, in quanto l’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Amministrazione con la finalità di valorizzare il centro cittadino e rivitalizzare il settore del commercio, tra i più colpiti dalla crisi. Non sarà un mercato, perché il Comune si è premurato di disciplinare la qualità e la specificità dei prodotti merceologici che ciascun operatore potrà mettere in vendita: niente casalinghi, abbigliamento e accessori.

Dal 22 al 24 dicembre in Piazza Cesare Battisti e Piazza Purgatorio arriveranno anche le casette di Libando a Natale, fortunata manifestazione che negli anni ha riscosso un notevole successo di pubblico. Costa 15.376 euro. L’altro appuntamento ormai fisso è targato sempre “Di Terra Di Mare”, stessa associazione che propone lo street food: “Il volo dei Desideri”, ormai evento istituzionale che l’8 dicembre inaugura le feste natalizie a Foggia. La spesa ammonta a 13.488 euro one shot per l’Immacolata. Le somme impegnate si evincono chiaramente dall’albo pretorio, ma considerato che più volte viene esplicitata l’esistenza di un intero cartellone di manifestazioni natalizie e considerando anche i soli eventi previsti per la Vigilia di Natale, le cifre sono destinate a lievitare. Così siamo già a quota 207.944, in una città sottoposta al regime del Salva Enti, quel fondo anti-dissesto che sconsiglia un elevato ricorso all’anticipazione di tesoreria e attira gli sguardi della Corte dei Conti, ingessando le iniziative del Comune. Ma, evidentemente, “a Natale puoi”.