A Orsara di Puglia piace essere la prima. L’estate 2019, così attesa, così desiderata dopo freddo e pioggia, avrà il suo primo grande evento proprio a Orsara di Puglia. Il 22 giugno, per la trentaduesima volta, tornerà la Festa del Vino, una delle più longevi della regione se non la più ricca di storia in assoluto. Tornerà con alcune importanti novità. Quest’anno, infatti, la gustosa Galleria Enogastronomica Orsarese che “apparecchia” tutto il paese con calici e prodotti tipici, sarà arricchita da Orsara in Fiore, la manifestazione che, da alcuni anni, offre una visione nuova del “paese dell’Orsa”, con strade, balconi, piazze e negozi fioriti, laboratori floreali, menù con la cucina dei fiori. Confermato il collaudato impianto della Festa del Vino, con l’apertura serale del percorso fatto di degustazioni di prodotti tipici e brindisi a base di bianchi, rosati, rossi e bollicine. Oltre alle visite guidate, ci saranno musica, arte, momenti di dibattito e tanto altro ancora per inaugurare l’estate 2019 alla grande.

UNA FESTA, LA SUA STORIA. La prima Festa del Vino, a Orsara di Puglia, fu organizzata nel 1988. Trenta anni fa, questo appuntamento si caratterizzava come una festa sostanzialmente locale, basata sulla valorizzazione delle tipicità gastronomiche e vinicole che gli orsaresi producevano soprattutto per l’uso familiare o comunque per un consumo limitato alla domanda interna del paese. Già allora, però, la Festa del Vino rivelava l’ambizione e l’esigenza della Comunità Orsarese di valorizzare e di promuovere la vocazione alla qualità alimentare e all’accoglienza. La Festa del Vino è stata una delle prime e più rilevanti occasioni per la Comunità Orsarese di prendere coscienza del valore assoluto rappresentato dalla capacità di produrre cose buone, di ottima qualità, per far apprezzare e far conoscere Orsara di Puglia.

A differenza di quanto accadeva alla fine degli anni ’80, col nuovo secolo l’evento ha acquisito una dimensione interregionale. Sono arrivati visitatori da tutta la provincia di Foggia ma anche dalle vicine regioni di Campania e Molise. I vini orsaresi, oggi, sono certificati, hanno ottenuto il marchio Daunia Igt (Identificazione Geografica Tipica) e una parte cospicua della produzione è destinata al mercato esterno. La Galleria Enogastronomica, al contrario del passato, valorizza non solo le produzioni vitivinicole di Orsara ma si è trasformata in piattaforma ideale per promuovere anche le eccellenze espresse dalle cantine di tutto il Sud. L’offerta delle tipicità gastronomiche orsaresi, inoltre, si è ampliata, professionalizzata ed è andata qualificandosi come una delle migliori in provincia di Foggia. Un riconoscimento arrivato sul campo, dall’apprezzamento dei visitatori che sono arrivati sempre più numerosi, dalla valutazione di esperti che hanno inserito alcuni dei ristoranti orsaresi nelle guide enogastronomiche nazionali.

happy wheels 2 demo