Sono nati sotto il segno della città d’arte i protagonisti della rassegna “Born in San Severo” organizzata dal Circolo Culturale Bukowski, in programma a partire dal 31 gennaio. Sei artisti e un collettivo, fotografi e pittori, esporranno le loro opere alternandosi ogni due settimane nei locali di via Roma 111, nel cuore del centro storico di San Severo. Gli autori sono tutti rigorosamente del territorio: Rossella Delle Vergini, Eugenia Biccari, Domenico Miglio, Circolo Fotografico “Estate 1826”, Salvatore Luca Tota, Thomas La Marca, Olga Delle Vergini. La rassegna si concluderà in occasione della Festa del Soccorso, quando sarà allestita una collettiva sul tema della ricorrenza tanto cara ai sanseveresi.

Ad aprire “Born in San Severo” sarà la personale di Rossella Delle Vergini. “Arte in musica o musica in arte?” è il titolo scelto per l’evento inaugurale, venerdì 31 gennaio, alle 21.30, con l’acoustic live di Fabiana Dominik. Ogni quindici giorni, sempre di venerdì, sarà allestita una nuova mostra d’arte figurativa o fotografica e, in occasione dell’inaugurazione, sarà previsto l’incontro con l’autore e un concerto.

“Sarà una staffetta di artisti lunga quattro mesi. Vogliamo valorizzare i talenti locali. Ci proponiamo da sempre come un contenitore culturale che promuove soprattutto le eccellenze della nostra terra – spiegano gli animatori del circolo, Enzo Tamalio e Roberto Giuliani – Vogliamo contrapporre la cultura all’immagine della nostra città che troppo spesso emerge anche alla ribalta nazionale. Siamo la città di Paz, quella che si candida orgogliosamente a Capitale Italiana della Cultura 2021, una fucina di esperienze artistiche che talvolta si esprimono timidamente ma invece meritano di essere raccontate e di trovare il giusto spazio per manifestarsi, una dimensione che probabilmente faticano a trovare. È questo lo spirito che intendiamo incoraggiare ospitando una serie di mostre”.

Il circolo culturale Bukowski di San Severo è particolarmente attento anche al sociale: a gennaio ha ospitato la sezione di Torremaggiore dell’ADMO – Associazione Donatori Midollo Osseo per un momento di informazione e sensibilizzazione, a novembre ha promosso una raccolta fondi in favore della cooperativa Il Filo di Arianna che si occupa delle donne vittime di violenza e una jam session per contribuire alla ricostruzione dell’Isola di Wight.

L’ingresso è gratuito e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Per info e prenotazioni: 320.2828060

happy wheels 2 demo