#Cose#NomiArchivioFoggiaGarganoIn Primo PianoMonti DauniTavoliere

Regionali, il LabDem di Marasco sostiene Piemontese

«Tra qualche giorno usciranno i primi importanti bandi regionali della nuova programmazione 2014-2020 e Foggia‬ neanche lo sa»: in questa istantanea scattata da Augusto Marasco c’è una delle motivazioni fondamentali che ha spinto il Laboratorio Democratico a sbarcare anche a Foggia. L’associazione che fa riferimento al presidente del Gruppo Socialisti e Democratici del Parlamento europeo, Gianni Pittella, è stata presentata mercoledì mattina nella nuova sede di Corso Giannone 74, dove è stata anche ufficializzata la scelta di Augusto Marasco a coordinatore del LabDem foggiano.

«Questa città ha un grande bisogno di cambiamento e di Europa», ha detto il coordinatore nazionale e regionale, Mino Carriero, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione. «Abbiamo chiesto ad Augusto Marasco un impegno diretto – ha proseguito Carriero – osservando come sia stato uno dei pochi candidati sindaci pugliesi a centrare la sua proposta sull’europrogettazione di qualità».

«Da questa presenza reale, in mezzo alle persone e utile alle persone, sono partito per abbracciare questa sfida», ha spiegato Marasco, aggiungendo di considerare il LabDem «lo spazio ideale per proseguire, allargare e qualificare l’impegno civico che ha coinvolto migliaia di persone da ormai dieci mesi».

Questa funzione di luogo di incontro e di progettazione è stata indicata come preziosissima dal segretario provinciale del PD, Raffaele Piemontese, intervenuto insieme al segretario cittadino, Mariano Rauseo, e al consigliere comunale, Alfonso De Pellegrino: «Con i riferimenti a Pittella, Carriero e Marasco, il LabDem avvicina Foggia all’Europa – ha aggiunto Piemontese – e oggi l’Europa è la dimensione naturale in cui sono immersi i temi del governo a ogni livello, anche quello cittadino».

Fra questi livelli c’è quello regionale. Ed è proprio Marasco a evocarlo per ricordare quanto, già un anno fa, aveva rimarcato come l’elemento più critico del rapporto tra Foggia e la Regione Puglia: «L’ho detto forse con qualche ruvidezza di troppo – osserva – ma oggi più che mai è vero che dobbiamo avere un ruolo alla pari con la Regione Puglia, lo dobbiamo avere con un’Amministrazione comunale in grado di progettare e di non ripartire sempre da zero, ma lo dobbiamo avere anche con una classe dirigente regionale rinnovata e più autorevole».

Sono parole che diventa l’occasione che porta Mino Carriero a incalzare rispetto ad alcuni passaggi ancora da celebrare all’interno del PD e a sbilanciarsi anticipando che LabDem «per le Regionali sosterrà, a Foggia, Raffaele Piemontese perché serve una forte e qualificata rappresentanza istituzionale». E a Marasco per ribadire la convinzione che «con Piemontese, la città capoluogo avrà quella marcia in più che in questi anni è purtroppo mancata».

Tags
Mostra tutto

Related Articles

Back to top button
Close