#NomiArchivioEventi e gustoFoggiaIn Primo Piano

Libri di ferro allo Scurìa di Foggia

copertina desiaticopertina sorigalocandina

FOGGIA – Diciotto case editrici indipendenti, quattro presentazioni, un dibattito pubblico, due giorni di mostra-mercato, un solo protagonista: il libro. Così, al CSOA Scurìa – in via Ammiraglio Da Zara, 11, a Foggia – dopo le autoproduzioni alimentari e le etichette indipendenti, “celebriamo l’autonomia e la vitalità dal basso di un settore che – mala tempora currunt – è controcorrente per definizione”. Queste le case editrici che saranno presenti col proprio bagaglio di libri: Agenzia X, Agorà, Alegre, Bébert, Bepress, Deriveapprodi, Eleuthera, Hellnation libri, Jouvence, Lorusso, Manni, Milieu, Mimesis, Minimum fax, Ortica, Pgreco, Red star press, Res gestae.

SI COMINCIA SABATO 30 GENNAIO, alle ore 11, con l’allestimento dei banchetti nell’atrio del CSOA. Alle 18,30 la prima presentazione: Rawan Yaghi, scrittrice palestinese, e Luigi Lorusso, suo editore, ci parleranno di “Gaza Writes Back – Racconti di giovani autori e autrici da Gaza, Palestina”, un viaggio nella scrittura dei ventenni impegnati in quella che in tanti definiscono già “narrativa della resistenza”.
Alle 21 sarà la volta de “La notte dell’innocenza” di Mario Desiati. Introdotto da Giovanni Dello Iacovo, lo scrittore di Locorotondo – autore, tra l’altro, de “Il paese delle spose infelici” e finalista del Premio Strega nel 2011 – ci farà rivivere, attraverso gli occhi di Mario, l’incubo collettivo del 29 maggio 1985, la strage dello stadio “Heysel” di Bruxelles.
Il 31 gennaio, domenica, la mostra-mercato aprirà le sue porte alle 11 del mattino. A mezzogiorno, Cristiano Armati – scrittore e promotore del progetto editoriale Red star press – presenterà “Ultrà”, storico libro di Valerio Marchi ristampato di recente dalla Hellnation libri. Ma non sarà solo una presentazione. Sarà un sentito tributo a Valerio, alla sua vita, al suo impegno e alla strada, che ci ha saputo spiegare meglio di chiunque altro.
Alle 18:30, Filippo Santigliano introdurrà Antonella Fiore, autrice foggiana che nel 2015 ha pubblicato, con Manni, “Due fiumi”, romanzo sulla Prima Guerra mondiale in cui si racconta la vicenda umana di Biagio, diciannove anni, nostro concittadino, sul fronte del Carso.
Alle 21 sarà Tatiana Bellizzi a dialogare con Paola Soriga, che dopo “Dove finisce Roma” ha pubblicato – per Einaudi – “La stagione che verrà”, storie di donne al limitare di una vita nuova.
“Abbiamo intitolato questa rassegna “Libri di ferro” seguendo il consiglio che, quasi un secolo fa, ci diede un certo Vladimir Majakovskij: Leggete libri di ferro!, scriveva. E noi intendiamo continuare a farlo. Dialogando con una città e con una comunità che invitiamo a farci visita, a popolare di curiosità e proposte la nostra struttura, strappata all’abbandono e all’incuria nel maggio del 2014 e riconvertita a luogo di socialità ed antagonismo.

Tags
Mostra tutto

Related Articles

Back to top button
Close