FoggiaIn Primo Piano

Ecco la nuova Biblioteca Regionale Magna Capitana di Foggia

6 milioni di euro d'investimento da parte della Regione Puglia: oggi riapre più bella, più ricca e con nuovi spazi anche per bambini e ragazzi

FOGGIA – L’ente Provincia di Foggia non aveva più i soldi per continuare a gestirla, allora dal 2017 la sua gestione è stata presa in carico dalla Regione Puglia che ha salvaguardato i livelli occupazionali e ristrutturato i principali ambienti rendendoli più ampi, moderni e confortevoli: è così che è rinata la Biblioteca Regionale (ex “Provinciale) Magna Capitana di Foggia. Oggi, 13 luglio, i nuovi spazi e la riapertura della Biblioteca sono stati inaugurati dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e dall’assessore regionale al Bilancio Raffaele Piemontese.

Un’opera di ristrutturazione e rifunzionalizzazione molto importante, finanziata dalla Regione Puglia, restituisce a Foggia e a tutto il Sud una delle biblioteche più belle e ricche d’Italia, con un patrimonio librario imponente e prezioso. Con il completamento dei lavori, la Biblioteca Regionale torna a essere un punto di riferimento per studenti, ricercatori, lettori. Nella sede ristrutturata ritrova la sua collocazione originaria anche la Biblioteca dei Ragazzi. La Magna Capitana ha riaperto al pubblico: gli utenti potranno tornare a studiare in biblioteca, portando con sé anche libri propri. Obbligatoria la prenotazione, telefonando al numero 0881.706413, o scrivendo una e-mail all’indirizzo info@lamagnacapitana.it. L’ingresso è consentito solo con mascherina, con il rispetto della distanza di almeno un metro, e l’igienizzazione delle mani con i numerosi dispenser dislocati nella struttura. Sempre su prenotazione, con le stesse modalità, sarà possibile accedere alla Biblioteca dei Ragazzi. I bambini e i loro genitori, accompagnati da un bibliotecario, potranno scegliere i libri direttamente dagli scaffali della rinnovata Sala. Il primo appuntamento è in programma oggi, 13 luglio, alle ore 17.30: il “raccontalibri” Sergio Guastini incontra i piccoli lettori della Magna Capitana: anche in questo caso i posti sono numerati e da prenotare con le stesse modalità già indicate. A causa dell’emergenza sanitaria, la Biblioteca osserverà temporaneamente i seguenti orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 15.00 alle 19.00. Tutti gli aggiornamenti e le variazioni sul portale www.lamagnacapitana.it, sull’App e sui canali social.

UN INVESTIMENTO DA 6 MILIONI DI EURO. “La Magna Capitana torna a essere una biblioteca accogliente in cui studiare, incontrarsi, socializzare, confrontarsi – ha detto l’assessore regionale Raffaele Piemontese – La Regione Puglia ha fatto un intervento incisivo e radicale: lavori di efficientamento energetico e riqualificazione strutturale, miglioramento dell’estetica e della vivibilità degli ambienti con un Investimento globale di circa 6 milioni di euro, estesi a tutto il Polo biblio-museale di Foggia. Non dimentichiamo che questa biblioteca, nel 2015, ha vissuto il suo periodo più buio e incerto legato alla fase di transizione determinata dal Piano di Riordino delle Province. Se oggi torna a nuova vita si deve a un’azione di salvataggio e rilancio della Regione Puglia che, ad agosto 2016, ha anzitutto tutelato tutti i dipendenti, evitando la dispersione di competenze e professionalità, e ha messo la biblioteca al centro del Polo Biblio-museale di Foggia”. A fare gli onori di casa la direttrice del Polo Biblio-Museale di Foggia Gabriella Berardi, e poi gli interventi di Lucia Di Palo, presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche – Sezione Puglia, e Patrick Horne, capo Ufficio politico, economico e commerciale del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, che ha diretto alla Biblioteca un’importante donazione in nuove tecnologie rivolte soprattutto a bambini e ragazzi. 

350mila DOCUMENTI. “La Magna Capitana” si rinnova senza rinunciare alla lunga tradizione e ai servizi consolidati che l’hanno resa la più importante biblioteca del Mezzogiorno dopo la Nazionale di Napoli, con oltre 350 mila documenti (fra libri moderni e antichi, periodici, locandine cinematografiche, dvd, cd musicali, dischi in vinile, manoscritti e altro ancora), 350 mila prestiti dal 2002, 20 mila prestiti interbibliotecari e intersistemici, oltre 32 mila iscritti, 62 biblioteche coordinate a livello provinciale, un premio Città del libro nel 2009, Premio Andersen come riconoscimento speciale alla Biblioteca dei ragazzi nel 2011.

Tags
Mostra tutto

Related Articles

Back to top button
Close