PIETRAMONTECORVINO (Fg) – Prima d’ora era accaduto solo nel 1918: anche quest’anno, come successe allora, la spettacolare e sentitissima processione-pellegrinaggio in onore di Sant’Alberto non si terrà perché l’emergenza sanitaria non lo consente. A darne notizia è stato il parroco di Pietramontecorvino, don Gaetano, che si è rivolto ai petraioli con una lettera. “Quest’anno, senza dubbio, il cuore di ognuno di noi è velato di una certa tristezza e colmo di nostalgia per il fatto che non potremo vivere, come avremmo voluto, la festività in onore del nostro Santo Patrono”, ha spiegato il parroco. “Sappiamo bene cosa sta vivendo il nostro Paese in questo periodo segnato dal Covid19. E mi sembra, per chi conosce la storia e le vicende del nostro popolo, di riandare indietro di un secolo, quando nel 1918, al tempo della spagnola, i nostri padri vissero la stessa situazione. Anche allora, pur non potendosi recare pellegrini a Montecorvino e profondamente prostrati dalla grande morìa di gente a causa della citata epidemia (dai registri dei defunti si evince che a Pietra morivano mediamente 13-14 persone al giorno!), sant’Alberto è rimasto a tutela e difesa del nostro Paese”, ha ricordato don Gaetano nella sua accorata lettera aperta. “In questo 2020, come nel 1918, vivremo una festa in onore del nostro Santo in maniera del tutto spirituale. Questo ci aiuterà sicuramente a dare maggiore valore alla nostra devozione e ad infonderle maggiore vigore. Stiamo vivendo come una potatura nella nostra devozione a sant’Alberto: il taglio è doloroso, ma porta a rinnovata e dolcissima fioritura”, si legge ancora nella missiva indirizzata ai fedeli di Pietramontecorvino. Su Telecattolica (canale 110), ogni giorno alle ore 17.30 a partire dal 7 e fino al 15 maggio, sarà trasmessa la Novena in onore di Sant’Alberto officiata nella Chiesa Badiale. Tutti potranno assistere alle funzioni da casa. Il 16 maggio, alle ore 11, Telecattolica trasmetterà la funzione dedicata al Santo Patrono. “Per ricordare, la bella tradizione dei Palii, cara al nostro popolo, sarà affisso al pulpito della Chiesa Badiale il Palio più anziano che solitamente precede in processione la statua del nostro Santo”, ha annunciato don Gaetano, che poi ha rivolto “un invito a tutti: il 16 maggio cerchiamo di addobbare ugualmente i nostri balconi con coperte o bandiere perché possa essere manifesta, nonostante tutto, la nostra gioia interiore ed esteriore per il dono di Sant’Alberto“. E’ dal 1889 che si tiene la processione-pellegrinaggio da Pietramontecorvino all’antichissimo borgo di Montecorvino posto a 7 chilometri dal paese. Questo video (CLICCA QUI) mostra la processione-pellegrinaggio tenutasi nel 2015. Sono immagini che fanno comprendere quale sia la bellezza di questa ricorrenza e di quanto essa sia sentita e partecipata da tutti gli abitanti di Pietramontecorvino, donne, uomini e bambini di ogni età.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO: il 16 maggio, inviateci le foto che documenteranno come vivrete la giornata dedicata a Sant’Alberto e come addobberete i vostri balconi. Inviatele tramite whatsapp al 333.7041407 e Rec24 le pubblicherà sulla sua pagina facebook (link)