Sono 11, come una squadra di calcio, i Borghi più belli di Puglia, quelli che hanno superato le verifiche e rispettato i parametri per fregiarsi del marchio de “I Borghi più belli d’Italia”. Da Nord a Sud, la bella Apulia “schiera” Vico del Gargano (Fg), Pietramontecorvino (Fg), Alberona (Fg), Roseto Valfortore (Fg), Bovino (Fg), Locorotondo (Ba), Cisternino (Br), Maruggio (Ta), Otranto (Le), Specchia (Le) e Presicce (Le). Sono tutti diversi da territorio a territorio e anche l’uno dall’altro, specchio di una regione infinita, capace letteralmente di offrire “mari e monti”. Vico è il ‘campione’ e, allo stesso tempo, il compendio del Gargano: è posto giusto al centro tra la monumentale Foresta Umbra, patrimonio dell’Unesco, e il mare incantevole di San Menaio e Calenella. Presicce si trova all’altro estremo, sulla punta più a sud della Puglia. Da un paese all’altro cambia tutto: gli stili architettonici, i colori, la pietra usata per costruire le case, i dialetti, i piatti tipici. Ci sono solo tre elementi che accomunano ciascuno degli undici paesi: il primo è l’ulivo, il secondo è l’appartenenza alla regione da molti giudicata come la più bella del mondo; il terzo è quello di aver deciso, da alcuni giorni, di mostrarsi e raccontarsi tutti attraverso un’unica pagina social, quella denominata “Borghi più belli di Puglia” (https://www.facebook.com/Borghi-pi%C3%B9-belli-di-Puglia-113209940116159/). La pagina è stata attivata su facebook lo scorso 2 novembre. In 10 giorni, ha raggiunto 60mila persone di 10 Paesi di tutto il mondo: Stati Uniti, Canada, Germania, Regno Unito, Svizzera, Francia, Spagna, Belgio, Egitto e utenti di ogni parte d’Italia. E’ una vera e propria ‘gara’ a pubblicare scorci, torri, trulli, castelli, piazze e ogni elemento che caratterizza i borghi più belli della Puglia. In un ipotetico viaggio alla scoperta dei “magnifici 11”, davanti ai nostri occhi le case bianche di Cisternino e Locorotondo si alternerebbero alle abitazioni che affacciano sul mare di Otranto, al barocco spettacolare di Presicce e ai palazzi storici di Specchia. Un viaggio in cui potremmo contemplare le linee morbide disegnate dagli archi e dalle costruzioni medievali di Maruggio, quelle normanne della Torre e del Palazzo Ducale di Pietramontecorvino, e nel cammino rinfrescarsi grazie alle fontane di Alberona e al vento lieve che carezza la piazza-anfiteatro di Roseto Valfortore, per poi andare a riposare nel Castello di Bovino o in uno degli antichi palazzi di Vico del Gargano. La meraviglia di questi borghi non sta soltanto nella loro bellezza, ma anche nella varietà di paesaggi architettonici, naturalistici e culturali che sono capaci di esprimere. La Puglia, attraverso i suoi “magnifici 11”, è la rappresentazione di tutte le anime del Mediterraneo, di una terra protesa verso altri Paesi, altre culture che qui hanno trovato rifugio e dimora, lasciando e imparando qualcosa, in uno scambio che è diventato crocevia di cultura e bellezza.

happy wheels 2 demo

Categoria:

#Nomi